UN SOGNO MEDITERRANEO

 

 

 

 

 

La Piazza - marzo / aprile 2013

 

Da alcuni anni, da quando ospita il Villaggio della Solidarietà, Mineo è diventata simbolo di accoglienza e luogo di scambi interculturali. Il sogno è quello di trasformare il nostro amato paese, e l'intera area del Calatino Sud-Simeto, in una piccola capitale della cultura mediterranea. Un centro di arte, di studi, di incontri.
Conversando con l'amico Paolo Ragusa abbiamo fantasticato di un Teatro Mediterraneo. Un teatro dalla vocazione internazionale ma ben radicato nel territorio: un teatro delle identità, di quella siciliana e delle identità dei popoli del Mediterraneo. Nel nome di un dialogo interculturale inteso non come appiattimento ai dogmi della globalizzazione, ma come confronto delle differenze nel rispetto di ogni cultura e di ogni storia.
Diverse le linee di ricerca che si potrebbero seguire: realizzare spettacoli siciliani con spiccata vocazione identitaria, far conoscere testi di autori dei popoli del Mediterraneo, scambiare spettacoli con realtà teatrali delle diverse nazioni dell'area...
Un bellissimo sogno.

 

 

 

scritti  

 

prima pagina